Visto per l'Australia

Sei qui:  Home > Visto Turistico per l’Australia per Italiani

Visto Turistico per l’Australia per Italiani

Se state progettando una visita in Australia per le vacanze, come cittadini italiani per andare in Australia avrete bisogno di un visto turistico australiano (noto anche come “Australian Holiday Visa” o  – più semplicemente – “Tourist Visa”).

Un visto turistico per l’Australia è tecnicamente un tipo di visto eVisitor: un visto che si richiede semplicemente online senza dover compilare un modulo cartaceo o inviare il passaporto all’ambasciata.  Questo è il motivo per cui un visto turistico per l’Australia online di tipo eVisitor è a volte chiamato anche “visto turistico elettronico” o “e-tourist”: compilare il modulo del visto turistico australiano direttamente online è infatti tutto quello che c’è da fare.

Per poter richiedere un visto australiano per turismo è necessario che il motivo del viaggio in Australia sia quello di fare una vacanza o visitare amici e familiari, e – ovviamente – possedere un passaporto valido. Questo è in sostanza tutto ciò che occorre.




Informazioni più approfondite:

Visti turistici per l’Australia per italiani

“Quale visto turistico per l’Australia dovrei richiedere?” è una domanda che sorge spontanea in numerosi turisti Italiani, visto che il governo australiano mette a disposizione dei turisti svariati tipi di visto.

La risposta migliore è quasi sempre: “Un visto turistico australiano di tipo eVisitor.”

Un visto turistico australiano standard (eVisitor o “Tourist Visa” per l’Australia) autorizza infatti chi lo detiene a visitare l’Australia per una durata massima di tre mesi per ogni ingresso, ed è valido per 12 mesi dalla data di rilascio.

A differenza dei visti tradizionali, trattandosi di un visto elettronico con il visto eVisitor non ci sono per gli italiani domande cartacee da compilare e non ci sono etichette o timbri per il visto da apporre sul passaporto. Infatti, il vostro visto per l’Australia per turista sarà “allegato elettronicamente” al vostro passaporto, cioè registrato elettronicamente nel database dell’immigrazione del governo australiano. Questo per i cittadini italiani e degli altri principali stati europei, mentre per i cittadini degli Stati Uniti e di una serie di altri paesi il Governo Australiano ha messo a punto una tipologia di visto simile chiamata “ETA”.

I cittadini italiani possono richiedere un visto turistico per l’Australia eVisitor utilizzando il proprio passaporto: basterà compilare il modulo di richiesta visto turistico online e il numero di passaporto sarà quindi abbinato elettronicamente al visto. Se si perde il passaporto o questo viene rubato prima dell’arrivo in Australia, sarà necessario ripresentare la domanda per un nuovo visto per le vacanze.

Oltre al visto standard eVisitor, come anticipato, ci sono alcuni tipi di visto per turisti più specifici che si possono richiedere per recarsi in Australia: se ritenete che un eVisitor non soddisfi le vostre esigenze, dovrete allora determinare il visto più appropriato per voi tra le altre opzioni di visto per turismo disponibili.

I tipi di visto turistico di breve durata più comuni per l’Australia sono:

  • eVisitor – formalmente noto come “Australian Visa Subclass 651”
  • Visto per vacanze – formalmente conosciuto come “Australian Visa Subclass 417”
  • Flusso turistico – formalmente noto come “Australian Visa Subclass 600”

Visto turistico online per l’Australia (eVisitor / “e-Tourist”)

Un visto per turismo elettronico (che è formalmente un visto “eVisitor”) è un visto della sottoclasse 651, ed è il visto che vi raccomandiamo se non sapete quale visto turistico per l’Australia fare.

È possibile richiedere questo visto turistico tramite il modulo online, e utilizzare poi il visto ottenuto per visitare l’Australia come turista, visitare la propria famiglia o i propri amici, studiare o allenarsi per un breve periodo. Anche i visitatori d’affari possono utilizzare questo visto, per brevi periodi. Un visto turistico eVisitor è in sostanza un visto temporaneo valido per 12 mesi dalla data di rilascio, ed è un visto per ingressi multipli. Gli ingressi in Australia sono infatti in teoria illimitati, e per ogni ingresso è possibile soggiornare fino a 3 mesi.

In sostanza, con un visto per turista per l’Australia di tipo “eVisitor” puoi entrare e uscire tutte le volte che vuoi per tutto il tempo in cui è valido. Tuttavia, l’eVisitor non può essere esteso: se si desidera prolungare la vacanza o soggiornare più a lungo per altri motivi sarà necessario ottenere un visto turistico australiano di diverso tipo.
I titolari di passaporto italiano che stanno pianificando viaggi di durata inferiore ai 90 giorni hanno quasi sempre diritto al visto turistico elettronico, che sarà abbinato elettronicamente al passaporto del viaggiatore nelle banche dati ufficiali dell’immigrazione australiana.

Maggiori informazioni sui visti turistici online per l’Australia (eVisitor) – aggiornate al 2019:

  • Sia i titolari di passaporto che le agenzie di viaggio possono richiedere il visto eVisitor.
  • La permanenza in Australia dopo la scadenza di un visto turistico per soggiorni di breve durata potrebbe portare all’esclusione, alla detenzione o all’allontanamento. Se avete intenzione di rimanere in Australia per più di 3 mesi al momento del vostro ingresso, assicuratevi di richiedere quindi un visto australiano a lungo termine.
  • Una volta ottenuto il visto turistico online per l’Australia, potrete utilizzare il vostro passaporto elettronico con il sistema SmartGate al vostro arrivo in Australia.

Se non siete sicuri di quale visto turistico australiano fare, vi consigliamo di richiedere questo tipo di visto.



Visto Turistico Sottoclasse 600 (Tourist Stream)

Il “Tourist Stream Visa” è un’alternativa al visto turistico eVisitor, ma tipicamente più lento. Ottenendo questo “visto di vacanza” per l’Australia è possibile visitare la famiglia e gli amici, viaggiare per l’Australia e studiare o allenarsi per un massimo di 3 mesi. Questo visto può essere valido da tre mesi a 12 mesi (quindi, volendo, anche per 6 mesi) e può essere richiesto per ingressi singoli o multipli.

È possibile infatti entrare e uscire tutte le volte che si desidera, fino a quando il visto turistico è valido, ma non si può rimanere in Australia per più di 12 mesi su un periodo complessivo di 18 mesi. Questo visto è in genere più costoso di un eVisitor e richiede tempi di elaborazione più lunghi. Inoltre, l’ufficio immigrazione può richiedere più documenti al richiedente, ad esempio una copia scannerizzata della pagina del passaporto o dell’estratto conto bancario. In generale, quando possibile, si consiglia di richiedere un Tourist eVisitor, per un processo di rilascio del visto più veloce – 100% online.

Visto per vacanze-lavoro (Working Holiday Visa – Sottoclasse 417)

Ottenere un visto turistico per l’Australia che ti permette anche di lavorare è possibile: questo è lo scopo per il quale è stato creato il visto per vacanze-lavoro australiano, che ti permette di lavorare durante il tuo soggiorno e di viaggiare da e per l’Australia con il visto tutte le volte che vuoi mentre lavori o studi.

Con un visto per vacanze-lavoro (chiamato anche “Visto Working Holiday” o – in sigla – “WHV”) hai la libertà di lavorare per pagare le tue vacanze, o studiare fino a 4 mesi. Si tratta di un visto temporaneo valido fino a 12 mesi dalla data di ingresso nel paese, e non può essere prorogato. Puoi cioè rimanere nel paese fino a 12 mesi, e puoi uscire e rientrare in Australia tutte le volte che vuoi. Clicca per saperne di più sui visti per le vacanze-lavoro per l’Australia.



Informazioni aggiuntive sui visti turistici australiani, indipendentemente dal tipo di visto turistico:

  • Indipendentemente dal tipo di visto turistico australiano, nel 2019 è altamente raccomandato attivare una assicurazione sanitaria che vi tuteli durante il vostro soggiorno per turismo in Australia. Durante il viaggio e la permanenza in Australia, infatti sarete formalmente responsabili di tutti i costi sanitari sostenuti durante la vostra permanenza, e un’adeguata copertura assicurativa vi aiuterà a ridurre la vostra esposizione finanziaria.
  • Tutti i visti sono “abbinati elettronicamente” al passaporto: non sono quindi necessari timbri, bolli o etichette.
  • E’ possibile semplificare la procedura richiedendo il visto turistico per l’Australia direttamente online.



Visto turistico per l’Australia per italiani: come fare domanda

Tutti i cittadini italiani che non siano anche cittadini australiani hanno bisogno di un visto per recarsi in Australia. Un visto turistico australiano standard, richiesto online dall’Italia vi permetterà di entrare in Australia più volte e fino a 90 giorni alla volta, per un anno dalla data di rilascio del visto.

Come ottenere un visto turistico per l’Australia dall’Italia

Per ottenere un visto turistico per l’Australia dall’Italia è necessario essere in possesso di un passaporto valido. Vi raccomandiamo che il visto sia valido per almeno 6 mesi dal momento dell’ingresso in Australia, in modo da soddisfare i requisiti della maggior parte delle compagnie aeree che volano verso Australia – anche se ciò non è strettamente richiesto dall’Australian Immigration Office.

In rari casi, potrebbe essere necessario completare un esame medico – che varia a seconda della propria condizione (qualsiasi requisito medico – se necessario – sarà specificato a valle dell’invio di richiesta online).

I visitatori che intendono recarsi in Australia per vacanza potrebbero anche avere bisogno di fornire all’ufficio immigrazione australiano informazioni finanziarie su richiesta, per essere certi di poter ricevere il visto turistico. Anche in questo caso si tratta di casi molto rari, ed eventuali requisiti – se necessario – saranno specificati a valle dell’invio di richiesta online).

È facile richiedere online un visto turistico per l’Australia dall’Italia: basta scegliere il visto adatto alle proprie esigenze e seguire le istruzioni sullo schermo. La maggior parte delle richieste di visto vengono poi elaborate e approvate istantaneamente.



Requisiti per il visto turistico per l’Australia per i cittadini italiani

Le condizioni e l’ammissibilità al visto turistico per l’Australia possono variare a seconda del tipo di visto. La maggior parte dei cittadini italiani ha diritto al visto turistico Australiano elettronico eVisitor (651), purché in possesso di un passaporto valido.

Passaporto italiano: Validità e requisiti per le foto

Consigliamo vivamente che il passaporto italiano sia valido per almeno 6 mesi al momento dell’ingresso in Australia. Questo è il motivo per cui, se il passaporto scade presto o durante il periodo di viaggio, raccomandiamo di ottenere un nuovo passaporto prima di completare la domanda online.

Nei rarissimi casi in cui – a valle della richiesta online – il dipartimento di immigrazione australiano dovesse richiedere documenti o foto ulteriori, i requisiti delle foto addizionali richieste per il visto turistico australiano sono simili a quelli delle comuni foto tessere. Se necessario, è ovviamente consigliabile assicurarsi che le tue siano accurate e aggiornate.

Documenti richiesti ai cittadini italiani per ottenere un visto turistico per l’Australia

La lista di controllo dei documenti può variare in base al tipo di visto richiesto: con un eVisitor (il visto turistico standard), sarà sufficiente il passaporto, e il permesso eVisitor verrà allegato elettronicamente ad esso al momento del rilascio.

Per gli altri tipi di visto, vi potrebbero invece essere richiesti altri documenti d’identità, scansioni delle pagine identificative del passaporto, documenti di viaggio e documenti d’identità dei vostri compagni di viaggio. Altri documenti richiesti possono poi essere richiesti se le autorità non sono soddisfatte del materiale fornito. Si tratta però, come detto, di casi non comuni.

Fondi e denaro necessario per ottenere un visto turistico per l’Australia

Quando ci si prepara a viaggiare verso l’Australia e si fa’ domanda di un visto, potrebbe essere richiesto di mostrare una prova dei fondi, cioè delle proprie disponibilità economiche). Questo tipo di richiesta può includere la stampa di un saldo bancario minimo sull’estratto conto bancario, dichiarazioni dei redditi o altre prove che mostrino chiaramente che si dispone di un lavoro o comunque di un reddito o patrimonio soddisfacente.

Dopo che la domanda viene effettuata online, nel raro caso in cui un estratto conto bancario fosse richiesto dall’Australian Immigration Office al fine di verificare il vostro saldo bancario, un funzionario dell’immigrazione vi contatterà direttamente.

Requisiti medici per un visto di viaggio per l’Australia

Se stai richiedendo un visto australiano per turismo non-eVisitor e hai intenzione di rimanere in Australia per più di 6 mesi, ti potrebbe essere richiesto di effettuare un controllo del tuo stato di salute e una radiografia al torace. Questo tipo di richiesta può estendere la durata del processo di richiesta del visto fino a 20 giorni. In generale, è più probabile che vi venga richiesto di completare un esame medico se provenite da un’area ad alto rischio o se avete più di 75 anni. In termini di vaccinazioni, la febbre gialla è l’unica malattia per la quale questa potrebbe essere richiesta esplicitamente.

Come detto, si tratta comunque di requisiti che NON si applicano al visto turistico per l’Australia di tipo eVisitor, cioè il visto turistico standard.

Limiti di età per il visto turistico per l’Australia (cittadini italiani)

Per i titolari di passaporto italiano che desiderano viaggiare in Australia con un visto partendo dall’Italia non ci sono limiti di età relativi ai visti turistici.

Naturalmente, chiunque si rechi in Australia senza un passaporto australiano avrà bisogno di un visto da poter presentare (spesso elettronicamente) all’arrivo: per un bambino sotto i 18 anni, il visto sarà basato sul passaporto del bambino.

Ciò significa che tutti i bambini avranno bisogno di un visto separato, richiesto utilizzando i dati del loro passaporto (i bambini che figurano sul passaporto dei genitori hanno quindi bisogno anche del proprio visto, per richiedere il quale saranno utilizzate le informazioni contenute nel passaporto dei genitori).



Processo e tempistica per i visti turistici per l’Australia

Tempi che del visto turistico per l’Australia eVisitor (sottoclasse 651)

Il visto turistico per l’Australia quanto tempo prima va’ richiesto?

Un visto Tourist eVisitor – che è il tipo più comune di visto turistico – ha un tempo di attesa tipicamente molto basso, in quanto è molto veloce da elaborare.

Un visto per l’Australia per Turismo di tipo eVisitor può spesso essere richiesto e rilasciato pochi giorni prima della visita programmata, poiché ha tipicamente una tempistica di rilascio di 48 ore massimo.

Tuttavia, consigliamo sempre di richiedere il Visto Turistico almeno qualche settimana prima della partenza, per evitare qualsiasi rischio. Non preoccupatevi: dopo avere effettuato la richiesta del visto turistico eVisitor, potrete seguire la vostra candidatura online tramite un sistema di monitoraggio via internet.

L’eVisitor è il visto turistico australiano più comunemente usato. Il processo di richiesta può essere completato online, e la domanda online non richiede moduli aggiuntivi, etichette per i visti, bolli o timbri per i passaporti.

Per poter ottenere (e mantenere) il vostro visto turistico istantaneo per l’Australia, dovrete rispettare una serie di condizioni, che sono:

  • Essere esenti da condanne penali
  • Partire per l’Australia entro il periodo di tempo previsto dal visto
  • Non lavorare durante il proprio soggiorno in Australia
  • Non impegnarsi in studi o formazione della durata di più di tre mesi

 



Tempistiche di elaborazione dei visti Tourist Stream (Sottoclasse 600)

In generale, se non vi sono problemi con le condizioni appena indicate, le tempistiche di elaborazione di un visto turistico per l’Australia di tipo Tourist Stream Visa (sottoclasse 600) possono durare da 48 ore a più di un mese.

Le tempistiche necessarie all’elaborazione di un visto turistico per l’Australia possono però variare in base alla tempestività con cui si forniscono i documenti giustificativi richiesti, alla risposta alle richieste di ulteriori informazioni, al tempo necessario per verificare le informazioni e ai picchi di richieste presso il Dipartimento di Immigrazione del Governo Australiano.

La procedura di richiesta per il visto turistico australiano è ad ogni modo abbastanza lineare:

  • Controlla che il tuo passaporto italiano sia valido.
  • Richiedi il visto.
  • Attendi la verifica di ricezione della richiesta.
  • Attendi la notifica del rilascio del visto.

Se la procedura di richiesta per il visto turistico per l’Australia ha avuto successo, vi sarà concesso un visto in maniera rapida. Potrete comunque tenere traccia dei vostri progressi utilizzando il sistema online di monitoraggio dei visti turistici per l’Australia.

Il tempo massimo di elaborazione di un visto turistico australiano tradizionale (Sottoclasse 600) è di circa un mese, con tempi di attesa che vanno da 20 a 33 giorni nella stragrande maggioranza dei casi.

Per i visti veloci di tipo eVisitor, il tempo di attesa può essere invece di pochi minuti o giorni, soprattutto se si dispone di tutta la documentazione necessaria per completare il tempo di verifica.

Infine, per quanto riguarda i tempi di elaborazione dei visti per le vacanze-lavoro, vi consigliamo di consultare la pagina dedicata su questo sito.



Durata e validità del visto turistico per l’Australia

I visti per turismo australiani sono validi per periodi di tempo variabili a seconda del tipo di visto.

L’eVisitor è un visto turistico di 12 mesi. Si tratta di un visto popolare, ma è limitato per quanto riguarda la durata del soggiorno e permette ai visitatori di rimanere in Australia solo per 3 mesi o 90 giorni alla volta.

L’eVisitor NON è quindi teoricamente un visto turistico per l’Australia di 6 mesi. Tuttavia, con il visto per turismo eVisitor è possibile entrare tutte le volte che volete per tutto il periodo di validità del visto turistico (un anno), quindi una permanenza in Australia di 6 mesi o più è possibile tramite più ingressi, sino ad arrivare a passare quasi 1 anno in Australia con questo visto.

Per una visita ininterrotta di lunga durata, o se si desidera soggiornare più di 3 mesi in qualsiasi periodo, sarà necessario un visto australiano per turismo di diverso tipo. I visti turistici Sottoclasse 600 ad esempio hanno una durata che può variare in base allo scopo del soggiorno. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, la validità del visto turistico australiano dura meno di 12 mesi.

Ad esempio, il visto australiano e600 è un visto turistico di 6 mesi per l’Australia. Permette anche di rimanere nel paese fino a un anno a seconda dei motivi della vostra visita. È anche possibile entrare e lasciare il paese, se necessario, purché il visto sia valido.

Il visto di Sottoclasse 870 è invece un visto turistico di più lungo periodo (3 anni) concepito specificamente per i genitori. Con esso, i genitori possono rimanere in Australia per 3 o 5 anni. Questo permette loro di entrare e rientrare in Australia in base alle necessità per visitare i figli, i bambini adottati o i bambini biologici in modo conveniente ed economico.

Che stiate progettando un viaggio in Australia che dura 2 settimane, 90 giorni o anche un anno, c’è un visto pensato per soddisfare il vostro scopo. Richiedete online quello giusto per voi.



Tipi di visti per l’Australia per Turismo (Alternative al Visto Turistico eVisitor)

Ci sono diversi tipi di visti turistici australiani che possono essere richiesti se non si ha diritto a un visto turistico eVisitor o se l’eVisitor non è adatto alle proprie esigenze, come ad esempio i visti per vacanze-lavoro o altri tipi di visti per turismo proposti dall’Australia. Eccoli di seguito:

Visto per vacanze-lavoro australiano

Visto per flussi turistici australiani (Sottoclasse 600 – Modulo di richiesta 1419)

Il visto turistico australiano Sottoclasse 600 (la cui domanda avviene tramite il modulo 1419) è un visto turistico di 6 mesi per l’Australia. Permette anche di rimanere nel paese fino a un anno a seconda dei motivi della vostra visita. È anche possibile entrare e lasciare il paese, se necessario, purché il visto sia valido.

Visto Australiano per Ospiti Accademici

L’ex visto turistico Australiano 419 è chiuso alle nuove domande per il 2019. Tuttavia, la Sottoclasse 408 del visto turistico può essere un’alternativa. Questo visto, chiamato anche “visto per attività temporanea”, permette a chi lo ottiene di partecipare a programmi speciali pre-approvati, tra i quali:

  • Anno sabbatico per volontariato
  • Programmi di arricchimento culturale
  • Scambi giovanili
  • Programmi comunitari
  • Periodi come assistente madrelingua nelle scuole

Questo visto è valido fino a 12 mesi.

Visto turistico Australia 771 (visto di transito australiano)

Conosciuto anche come Australian Transit Visa, questo visto permette alle persone di trascorrere fino a 72 ore in Australia per “passare attraverso”. Con questo visto, non si possono trascorrere più di 72 ore nel paese.



Prolungamento del visto turistico australiano: rinnovo ed estensione

Ecco alcune delle domande più frequenti sul rientro in Australia con un visto turistico, sull’estensione del soggiorno in Australia come turista o sul rinnovo o prolungamento del visto turistico durante la propria permanenza in Australia.

Il visto turistico per l’Australian è a ingresso multiplo?

Il visto turistico australiano eVisitor è valido per 90 giorni alla volta, consentendo anche ingressi multipli. Ciò significa che entro un anno dal rilascio del visto turistico è possibile entrare, uscire e rientrare in Australia tutte le volte che si desidera – purché ogni ingresso/permanenza duri al massimo 90 giorni.

Tuttavia, se il tuo visto attuale scade mentre sei ancora nel paese, dovrai richiedere il rinnovo del visto turistico australiano tramite una domanda di visto turistico per soggiorni di lunga durata.

Cosa succede se rimango troppo a lungo e il mio visto per turismo in Australia è scaduto?

Chi continua a soggiornare in Australia con un visto turistico scaduto diviene a tutti gli effetti un “non cittadino” illegale, cioè un immigrato non autorizzato. Questo può portare alla detenzione e all’allontanamento dall’Australia, e comportare grossi problemi nel caso si volesse poi fare rientro in Australia in un secondo momento. Questa condizione potrebbe cioè interferire con la possibilità di rientrare in Australia in futuro con un visto turistico. Inoltre, se si supera il periodo di validità del visto di più di 28 giorni, si potrebbe addirittura essere espulsi in maniera coatta, e si rischierebbe di non poter rientrare in Australia con un visto turistico per un periodo fino a 3 anni. Non fatelo.

Posso modificare il mio visto turistico una volta che mi trovo in Australia?

No, non è possibile modificare un visto turistico come ad esempio il visto turistico australiano a ingressi multipli eVisitor. Tuttavia, è possibile richiedere un visto per un ulteriore soggiorno (o per un soggiorno più esteso) tramite il visto turistico per soggiorni di lunga durata, sottoclasse 676.

Quali sono altre opzioni a mia disposizione per prolungare il mio visto turistico in Australia?

Poiché le conseguenze del restare in Australia con un visto turistico australiano scaduto possono essere così gravi, è fondamentale richiedere il rinnovo o la proroga del proprio visto turistico il più presto possibile, prima della scadenza di quest’ultimo. Fare domanda online per un visto australiano per turismo di lunga durata è rapido e conveniente.



Lavorare in Australia con un visto turistico

Se hai intenzione di viaggiare in Australia con un visto per turismo eVisitor, devi essere a conoscenza del fatto che non è legale lavorare con un visto eVisitor.

I viaggiatori e turisti dotati di visto eVisitor non hanno infatti il diritto di “lavorare”. Tuttavia, possono svolgere attività di volontariato o impegnarsi in altre attività commerciali e di business, come incontri d’affari, conferenze o seminari. Naturalmente, puoi rimanere in Australia con il tuo visto turistico mentre cerchi lavoro –  ma una volta che lo hai trovato dovresti ottenere un altro tipo di visto per mantenere legalmente il tuo lavoro.

Lavorare su un “visto per vacanze” in Australia è però abbastanza comune, specialmente per coloro che desiderano lavorare per pagarsi le vacanze. Se vuoi lavorare legalmente in Australia durante la tua vacanza puoi, ma in questo caso avrai bisogno di un visto speciale dedicato a questo tipo di scelta – non di un eVisitor.

Questo visto è chiamato “Working Holiday Visa” (spesso chiamato anche “Visto Vacanza Lavoro” o “Visto Work Holiday”).

Con un visto per turismo del tipo Working Holiday si può fare qualsiasi tipo di lavoro mentre si è in Australia come turisti. Tuttavia, il visto “vacanza lavoro” per l’Australia deve essere utilizzato entro un anno dalla data di emissione – e sarà attivo per soli 12 mesi dalla data di ingresso nel paese.

Un visto per vacanze-lavoro non può inoltre essere prorogato: se si sceglie di rimanere più a lungo, è necessario richiedere un nuovo visto. Inoltre, non è possibile portare con sé figli a carico o altri membri della famiglia, e si devono pagare le tasse su tutto ciò che si guadagna durante i giorni lavorativi previsti dal visto.

Nel 2019, il costo di un visto turistico “vacanza lavoro” è di 450 Euro, ma possono sorgere ulteriori costi aggiuntivi, come i costi per i certificati di polizia, i dati biometrici e i controlli sanitari che potrebbero essere richiesti al momento della presentazione della domanda per il visto.

Il tempo di elaborazione di questo visto è inoltre più lungo rispetto a quello di un visto eVisitor, poiché può richiedere da 13 a 22 giorni, o più tempo se sono necessarie ulteriori informazioni per scopi di verifica. Una copertura assicurativa sanitaria privata durante il vostro soggiorno nel paese è altamente raccomandata anche in questo caso. Per saperne di più sui visti australiani per vacanze-lavoro per i cittadini italiani clicca qui.



Sposarsi in Australia con un visto turistico

Secondo la legge australiana sul matrimonio, non è necessario essere un residente australiano per sposarsi in Australia. È sufficiente il visto turistico (ad es. visto per turismo eVisitor, sottoclasse 651), e si deve inoltre presentare alle autorità un modulo di Avviso di Matrimonio insieme a tutti gli altri documenti richiesti.

Se state pensando di sposarvi in Australia con un visto turistico, il vostro celebrante può aiutarvi a soddisfare tutti i requisiti necessari, compreso quello di certificare formalmente che i promessi sposi:

  • Non sono sposati con nessun altro
  • Non si sposano con un membro della famiglia strettamente imparentato
  • Hanno almeno 18 anni
  • Acconsentono liberamente al matrimonio

Si noti che se si ha intenzione di vivere in Australia dopo il matrimonio, potrebbe poi essere necessario richiedere permesso di residenza permanente.



Visto Turistico per l’Australia: Costi e Prezzi

La domanda che si fanno molti viaggiatori al momento di pianificare un viaggio in Australia è “Quanto costa il visto turistico per l’Australia?”. La Risposta migliore, in questo caso, è “Dipende.”.

Per ottenere il visto turistico per l’Australia, dovrete pagare il prezzo per la domanda di visto al momento dell’invio online – più tutti i costi addizionali eventualmente relativi al rilascio del visto.

Il costo totale del visto turistico per l’Australia può quindi variare in base al tipo di visto e all’esito della richiesta. In ogni caso, sia le domande cartacee che i visti elettronici – come il visto turistico eVisitor – devono essere pagati online, e le forme di pagamento accettate sono le carte di credito e PayPal.

Per il visto turistico per l’Australiano eVisitor, il costo del servizio online è di 59 Euro.

Il costo di un visto australiano per vacanza-lavoro è invece di 450 Euro.

I costi e prezzi per i visti turistici per l’Australia possono cambiare periodicamente: se i costi per i visti turistici per l’immigrazione australiana dovessero aumentare tra la data della domanda e la data di ottenimento del visto, saranno applicati i prezzi più aggiornati.