Visto per l'Australia

Sei qui:  Home > Visto Business Visa per l’Australia (Visto d’Affari)

Visto Business Visa per l’Australia (Visto d’Affari)

Un visto d’affari australiano è necessario per chiunque viaggia dall’Italia all’Australia per affari. Il governo australiano offre una varietà di tipi di visti per affari “business visa” che consentono ai viaggiatori (anche quelli provenienti dall’Italia) di entrare in Australia, sono inclusi tra questi visti online eVisitor e ETA (etti anche “e-visa”), i visti per brevi periodi, i visti temporanei e i visti per affari permanenti.

Se siete alla ricerca di un visto australiano per partecipare a una conferenza, un viaggio di lavoro, visitare potenziali clienti o altre attività tipiche dei visitatori d’affari, quello che state cercando è con ogni probabilità un visto di tipo Australian Business eVisitor, cioè la versione “europea” di quello che viene anche chiamato visto Business ETA.

Nella maggior parte dei casi, i cittadini italiani che stanno pianificando un viaggio d’affari si qualificano infatti per un visto “eVisitor business” senza alcun problema: il visto eVisitor può essere ottenuto facilmente in 24-48 ore, ed è un visto elettronico che viene allegato elettronicamente al vostro passaporto e vi permetterà di entrare e uscire dall’Australia per affari per un anno.

Questo tipo di visto elettronico è essenzialmente un visto d’affari australiano temporaneo, cioè per soggiorni di breve durata – ed è in realtà lo stesso tipo di visto sia per i turisti che per i visitatori d’affari. Al momento della richiesta, tuttavia, è necessario specificare se si richiede il proprio eVisitor come visto turistico o – come in questo caso – come visto “business”, cioè d’affari.

Il visto Business Visa eVisitor australiano permette, per i visitatori d’affari che arrivano dall’Italia, le seguenti attività :

  • Partecipare a riunioni di lavoro
  • Negoziare contratti e trattative commerciali
  • Partecipare a conferenze e seminari

Richiedi ora il visto Business Visa eVisitor o continua a leggere: troverai le risposte ai dubbi più frequenti e a seguire molte informazioni di dettaglio.



Combinare vacanza e lavoro con un visto “Business eVisitor”

Per chi lo desidera, un “business eVisitor” australiano permette di combinare vacanze e affari: uno dei principali vantaggi del visto business australiano è infatti che puoi anche passare periodi di vacanza in Australia durante il tuo viaggio d’affari se lo desideri.

L’unica limitazione sostanziale è infatti che con questo tipo di visto non è permesso condurre attività lavorative retribuite sul territorio Australiano, cioè “lavorare” (per entità australiane). Pertanto, se lo scopo del tuo viaggio è effettivamente quello di lavorare in Australia, non dovresti richiedere un visto eVisitor: ci sono infatti altri tipi di visti di lavoro che meglio si adattano alle tue esigenze.

Condizioni per la richiesta di un visto d’affari australiano

Per poter richiedere online un visto d’affari australiano, i requisiti aggiornati al 2019 sono:

  • Essere fisicamente fuori dall’Australia al momento della domanda di visto.
  • Non essere affetti da tubercolosi al momento dell’arrivo in Australia.
  • Non essere stati condannati a pene detentive (scontate o meno) superiori a un totale di 12 mesi.
  • Non trascorrere periodi di studio superiori ai 3 mesi durante il proprio soggiorno con visto Business eVisitor (detto anche “eBusiness”).
  • Non lavorare per entità Australiane in maniera retribuita mentre si è in Australia con visto eVisitor.

Validità dei visti aziendali elettronici eVisitor australiani

Il visto d’ingresso business eVisitor per l’Australia è valido per 12 mesi. Tuttavia, anche se il visto è valido un anno, è prevista la permanenza in Australia solo per periodi temporanei, distribuiti anche su più ingressi e soggiorni d’affari: per 12 mesi si potrà andare e tornare dall’Australia quanto si vuol, ma ogni volta che si andrà in Australia dall’Italia sarà possibile soggiornarvi legalmente solo per un massimo di 3 mesi.

Tempistiche per ottenere un visto d’affari “Business Visa eVisitor” australiano

Se vi state chiedendo quanto tempo ci vuole per ottenere un visto Business per l’Australia, sappiate che la stragrande maggioranza dei cittadini italiani che richiedono un visto eVisitor per Affari per l’Australia riceve risposta entro uno o due giorni.

A volte tuttavia può essere necessario fornire informazioni aggiuntive per poter completare la propria domanda di visto d’affari – e in questi casi la procedura di richiesta può richiedere un po’ più di tempo. I tempi di rilascio del visto sono in questi casi anche di due settimane, e a volte più lunghi – anche per questo tipo di visti d’affari a breve termine è quindi consigliabile richiedere il visto con un po’ di anticipo.

Estensione di un visto d’affari per l’Australia

Tecnicamente, non è possibile estendere un visto elettronico Australian Business eVisitor. Tuttavia, è consentito richiedere un nuovo visto elettronico aziendale australiano non appena il vecchio sarà scaduto.
Per fare questo sarà però necessario essere fuori dall’Australia al momento della domanda – è questo il modo in cui tipicamente i viaggiatori d’affari italiani richiedono un nuovo visto d’ingresso per l’Australia: direttamente online, ma dall’Italia.

In alcuni casi specifici, potrebbe esserci anche la possibilità di richiedere un nuovo  tipo di visto senza lasciare l’Australia, come ad esempio un visto di lavoro, o un visto per investitori. In questi casi sarà necessario contattare le autorità del Dipartimento di Immigrazione in Australia con anticipo rispetto alla scadenza del visto, in modo da avere per tempo informazioni di dettaglio



    Maggiori informazioni sui visti d’affari per l’Australia

    Se non siete ancora sicuri che un Australian Business eVisitor soddisfi le vostre esigenze, per essere certi di scegliere il visto giusto per le vostre necessità ecco di seguito una serie di informazioni dettagliate sui visti per affari disponibili per l’Australia:

     

    Quando è necessario un visto d’affari eVisitor Business Visa o un visto di Affari di altro tipo per l’Australia, e per chi?

    Se hai intenzione di entrare in Australia per affari dall’Italia e sei un cittadino italiano – o più in generale non sei un cittadino australiano – allora hai bisogno di un visto Business per entrare legalmente in Australia.

    Se avete intenzione di partecipare ad attività tipiche dei visitatori d’affari, come incontri d’affari, conferenze o trattative contrattuali e commerciale, avete diritto a un visto eVisitor (noto anche come “Sottoclasse 651”) – che è essenzialmente l’Australian Business Visa che abbiamo descritto nell’introduzione di questa pagina.

    Questo visto è elettronico al 100%: si tratta di un visto business collegato elettronicamente al passaporto, che permette l’ingresso e l’uscita dal paese secondo necessità. Il processo di candidatura online è semplice e veloce e di solito è possibile ottenere immediatamente il proprio visto d’affari eVisitor.

    L’eVisitor è disponibile per turisti o visitatori d’affari, ma NON è strettamente legato al lavoro: se avete bisogno di svolgere un lavoro retribuito, avrete bisogno di un altro tipo di visto d’affari a breve termine.



    Attività consentite ai visitatori in possesso di un visto d’affari Business eVisitor per l’Australia

    I visti Australi Business eVisitor sono estremamente versatili, permettendoti di:

    • Partecipare a conferenze o seminari
    • Partecipare a trattative commerciali
    • Condurre negoziazioni o attività esplorative a fini commerciali

    Con un visto business di questo tipo, si può anche studiare – fintanto che gli studi durano meno di tre mesi, e si possono inoltre condurre attività turistiche di ogni tipo. Il visto d’affari non comprende però le prestazioni professionali, la recitazione o le attività di produzione cinematografica commerciale, che sono considerate attività lavorative: per queste servirà quindi un visto d’ingresso di diverso tipo.

    Cittadini italiani eleggibili per i visti Business Visa per l’Australia (eVisitor)

    La maggior parte dei cittadini italiani ha diritto al visto eVisitor. Per ricevere un eVisitor, è necessario:

    • Essere cittadini di un paese idoneo alla richiesta di eVisitor – come l’Italia
    • Essere off-shore (cioè non fisicamente in Australia) al momento della richiesta di visto
    • Prevedere di visitare l’Australia a scopi commerciali a breve termine (poiché l’eVisitor è un visto business temporaneo)
    • Non avere subito condanne penali importanti per le quali si sono scontati più di 12 mesi di carcere
    • Essere esenti da tubercolosi al momento del viaggio in Australia e per la sua intera durata
    • Non condurre lavori retribuiti mentre ci si trova in Australia

    Vantaggi del visto d’affari eVisitor per l’Australia: combinare il business con il turismo

    Con un eVisitor australiano (visto sottoclasse 651), siete pienamente in grado di mescolare, durante il vostro soggiorno in Australia, attività commerciali e di divertimento e  vacanza. Potrete quindi andare in vacanza, viaggiare, partecipare a conferenze e seminari, visitare le principali località turistiche e trascorrere liberamente tempo con amici o parenti. Non è in sostanza necessario scegliere in maniera esclusiva tra visto business o un visto turistico: il visto business temporaneo per l’Australia di tipo eVisitor permette di fare tutto quello che vorrete fare in entrambi questi ambiti per un massimo di 90 giorni alla volta – e rimarrà valido fino a un anno dalla data di rilascio, permettendovi massima libertà nella vostra “vacanza d’affari”.

    Richiedere online un visto d’ingresso temporaneo per affari è estremamente semplice, e la maggior parte delle persone riceve una risposta positiva entro un giorno. Il processo di rilascio può però in rari casi richiedere fino a due settimane – qualora fossero necessarie ulteriori informazioni a richiesta dell’ufficio immigrazione. Raccomandiamo quindi di richiedere il visto online con anticipo.



    Durata del visto Business per l’Australia (Business Visa)

    Tutti i visti business eVisitor rilasciati nel 2019 e 2020 sono validi per 12 mesi – quindi si tratta essenzialmente di visti temporanei di breve durata.

    Un visto di questo tipo è però un visto d’ingresso multiplo, il che significa che puoi entrare e lasciare il paese tutte le volte che vuoi, fintanto che il tuo passaporto e il visto sono validi. Nello specifico, entro questi 12 mesi di validità, è possibile soggiornare in Australia ininterrottamente per motivi di affari fino a un massimo di 90 giorni alla volta.

    Se le vostre attività in Australia dovranno continuare oltre il periodo di validità del visto, non potrete estendere il vostro visto eVisitor. Tuttavia, è possibile richiedere un nuovo visto una volta scaduto il vecchio visto – ma al momento della richiesta ci si dovrà trovare fuori dall’Australia.

    È inoltre possibile richiedere un diverso tipo di visto di affari – in questo caso senza dover necessariamente lasciare l’Australia. Se avete bisogno di rimanere più a lungo, esistono infatti altri tipi di visti d’affari, che possono rimanere validi fino a 4 anni, a seconda delle attività condotte e del tipo di visto. Se si soddisfano i requisiti di ammissibilità, si può anche richiedere un visto permanente di uno dei seguenti tipi:

    • Visto d’investitore sponsorizzato dallo Stato o dal territorio, sottoclasse 893
    • Visto d’affari sponsorizzato dallo Stato o dal territorio, sottoclasse 892
    • Visto per Investitori, sottoclasse 891
    • Visto per Talenti, sottoclasse 132

    Si tratta in questo caso di visto business per l’Australia la cui richiesta – più complessa – deve necessariamente avvenire tramite il Consolato. Questo è uno dei motivi per i quali, ogni qual volta possibile, si raccomanda di richiedere un visto elettronico eVisitor dal rilascio immediato.



    Altri tipi di visti d’affari temporanei per l’Australia

    Come abbiamo detto, per la maggior parte dei visitatori d’affari italiani, un Business eVisitor è il visto più versatile e appropriato, poiché permette di condurre una varietà di attività commerciali e turistiche molto ampia, e di rimanere fino a 90 giorni alla volta in Australia, entrando e uscendo dal paese tutte le volte che lo si desidera per tutti i dodici mesi di validità del visto.

    Tuttavia, se si vuole svolgere un lavoro retribuito durante il periodo trascorso in Australia ci sono diverse alternative al visto business e-visa appena citato. Ad esempio, il Business Innovation and Investment Visa (Sottoclasse 188) ha 7 “stream” (tipi di visto) separati per i quali è possibile fare domanda.

    Potreste ad esempio avere diritto a uno di questi visti di affari se:

    • Siete stati nominati da un’agenzia statale o territoriale
    • Siete proprietari di una azienda o avete un patrimonio di almeno 800.000 AUD in beni personali e aziendali.
    • Avete meno di 55 anni
    • Non avete subito in precedenza l’annullamento o il rifiuto di un visto

    Anche in questo caso si tratta di visti la cui richiesta deve necessariamente avvenire tramite l’Ambasciata, quindi se non strettamente necessario raccomandiamo al posto di questo visto di utilizzare un visto business eVisitor, richiedibile online.

     

    Processo e tempistiche di rilascio del visto d’affari per l’Australia

    La procedura di richiesta di un visto business visa eVisitor per l’Australia è molto semplice. Se vuoi fare richiesta online, ti basta inserire le informazioni in questo modulo, e potrai avere la tua risposta in pochi istanti. Se necessario, puoi anche avere qualcuno che ti aiuti a compilare il modulo per il visto per l’Australia o che lo faccia per conto tuo: l’unica cosa importante è che i dati inseriti siano corretti e veritieri.

    Controlla il tuo passaporto per assicurarti che sia aggiornato. Il governo australiano e gli agenti per l’immigrazione non richiedono che il passaporto sia valido per 6 mesi al momento dell’ingresso, ma molte compagnie aeree lo fanno – quindi si consiglia di assicurarsi che il passaporto sia valido per più di 6 mesi dal vostro arrivo in Australia, per evitare qualsiasi problema in fase di ingresso.

    Se approfondimenti o esami saranno necessari, sarà possibile organizzare gli esami di salute in tutta tranquillità dopo aver presentato la domanda: la maggior parte dei richiedenti il visto soddisfa i requisiti sanitari senza bisogno di alcun esame.
    Accertati di avere a disposizione i documenti necessari, cioè i documenti di identità dei visitatori ed eventuali documenti aziendali, “di carattere” o finanziari. (IMPORTANTE: non c’è bisogno di avere già tutta la documentazione potenzialmente necessaria alla richeista del visto, in quanto il nostro sistema di domanda di visto online consente di salvare e modificare il modulo di domanda: nel caso in cui sia richiesto un dato o documento inaspettato avrete quindi la possibilità di salvare il modulo e completarlo in un secondo momento).

    Compilare l’atto di candidatura e allegare tutta la documentazione richiesta. Nella maggior parte dei casi si consiglia di effettuare la richiesta online, poiché questo velocizza e semplifica il processo per voi. Durante l’applicazione, assicurarsi di fornire informazioni aggiornate e accurate. La mancata fornitura di informazioni complete e accurate può infatti causare ritardi nell’elaborazione del visto, o rifiuti. Se invece si preferisce presentare una domanda cartacea tramite il consolato, è possibile utilizzare il modulo 1415 per il visto Australia Business Visa.



    Compilare il modulo di domanda di visto d’affari online è facile, in quanto è possibile fare domanda online semplicemente utilizzando i dati che si trovano sul proprio passaporto:

    • Inserisci un indirizzo e-mail valido per avviare il processo di candidatura
    • Compila il modulo online con il tuo cognome, il tuo nome ed eventuali secondi nomi
    • Continua con il tuo sesso, data di nascita e paese di nascita
    • Ti sarà quindi chiesto se hai subito condanne penali
    • Sarà poi necessario fornire i dati del passaporto e (in rari casi) caricare eventuali documenti addizionali richiesti
    • Approva elettronicamente i moduli di consenso e dichiarazione
    • Infine, dovrai pagare per la tua richiesta – via PayPal o con carta di credito

    Una volta che hai fatto domanda, riceverai una conferma che l’ufficio visti ha ricevuto la domanda di visto d’affari e i relativi documenti. Raccomandiamo però di non fare piani di viaggio definitivi fino a quando non si avrà ricevuto conferma scritta dell’approvazione del proprio visto d’affari.

    Nella maggior parte dei casi, i richiedenti eVisitor riceveranno immediatamente tale conferma di rilascio visto. Per alcuni, tuttavia, il processo può richiedere un po’ più tempo.

    La maggior parte dei visti Business ETA e eVisitor sono comunque approvati entro pochi giorni.




    Per i tipi di visti d’affari non-eVisitor, le tempistiche di rilascio sono più lunghe, e possono variare in base a una serie di fattori, tra cui:

    • L’aver fornito tutti i documenti giustificativi necessari al momento della domanda
    • La risposta alle richieste di informazioni aggiuntive
    • Il tempo necessario per completare i necessari controlli sulle informazioni fornite
    • I posti disponibili nel programma di migrazione

    Ad esempio, le tempistiche di rilascio per il visto d’affari in Australia saranno molto più lunghe se vi candidate per un Business Innovator o Investor Stream (188), che prevedono un processo di richiesta molto più complesso che può durare fino a un anno. Per questo tipo di visti, anche se non è sempre necessario, potrebbe inoltre esservi richiesto di condurre un colloquio prima di poter ottenere il vostro visto d’affari per l’Australia.

    In generale, se il vostro bisogno di visto è urgente, vi consigliamo di prendere in considerazione come prima cosa la richiesta online di un Australian Business eVisitor. Spesso è infatti possibile ottenere un visto eVisitor a pochi minuti dalla richiesta, e fintanto che non si lavorerà durante il periodo di permanenza nel paese e si rispetteranno le condizioni di questo visto d’affari australiano per soggiorni di breve durata si sarà in regola al 100%.

    IMPORTANTE: Se dopo la presentazione della domanda sono necessarie modifiche o si notano errori, contattateci il più presto possibile tramite apposito form – in modo che la vostra domanda possa essere corretta e aggiornata tempestivamente. Dovrete inoltre comunicarci se desiderate ritirare la vostra domanda o apportare modifiche (ad esempio allo stato della vostra relazione, al numero di telefono, all’indirizzo o al numero di passaporto).



    Requisiti per il visto d’affari australiano Business Visa (eVisitor)

    I viaggiatori d’affari devono soddisfare i requisiti di base di salute, di carattere e finanziari. Si noti inoltre che le domande poste e le condizioni della domanda di visto possono estendersi non solo al titolare del visto ma anche ai familiari.

    I viaggiatori d’affari italiani devono essere innanzitutto cittadini italiani che intendono soggiornare solo temporaneamente nel paese. A seconda del tipo di visto d’affari che avrete scelto, dovrete poi ovviamente accettare di far fede alle condizioni stabilite nel vostro visto, e di attenervi al periodo di soggiorno previsto dalle regole del visto d’affari, che possono variare – ad esempio a seconda che siate:

    • Titolari di un visto d’affari elettronico Business eVisitor
    • Titolari di un’impresa sponsorizzata dallo Stato o dal territorio
    • Titolari di un visto per dirigenti di alto livello
    • Titolari di un visto esecutivo sponsorizzato dallo Stato o dal territorio

     

    Requisiti del visto Business eVisitor (Conferenze, Incontri d’affari, Seminari)

    In generale, i requisiti per un visto business eVisitor australiano sono simili a quelli di qualsiasi visto per visitatori di tipo eVisitor:

    • Richiedere il visto off-shore
    • Non essere affetti da tubercolosi al momento dell’arrivo in Australia

    Una volta entrati in Australia, le condizioni del visto Australia Business Visa eVisitor stabiliscono che i visitatori d’affari italiani possono condurre:

    • Trattative d’affari
    • Indagini e negoziazioni relative a contratti
    • Attività nell’ambito di una visita ufficiale
    • Attività di formazione e commerciali sotto forma di seminari, fiere o conferenze

    e non possono invece:

    • Lavorare o accettare offerte di lavoro retribuito presso entità Australiane.
    • Studiare ininterrottamente più di tre mesi durante il soggiorno in Australia.



    Documenti necessari per richiedere un visto d’affari australiano

    Al fine di presentare con sicurezza la richiesta per il tuo Business eVisitor, potresti in rari casi aver bisogno – oltre al passaporto – di diversi documenti per dimostrare la tua identità e il tuo status, che ti saranno nel caso richiesti – solo se strettamente necessari – dopo la presentazione della domanda di visto online.

    Di seguito alcuni possibili esempi di documentazione accessoria raramente richiesta:

    • Prova del cambiamento di nome – se del caso – come ad esempio un certificato di matrimonio
    • Un invito da parte dell’organizzazione ospitante
    • Dettagli relativi a conferenze o seminari
    • Lettera del datore di lavoro o contatti d’affari australiani
    • Prova della propria occupazione e delle qualifiche professionali
    • Prove sullo stato della vostra azienda, come ad esempio una bilancio
    • Prove dei propri contatti con imprese australiane

    Potrebbe inoltre essere necessario fornire prove del proprio status di visitatore temporaneo, come ad esempio:

    • Bollettini ed estratti conto bancari a voi intestati presso il vostro domicilio
    • Piani dettagliati del vostro soggiorno in Australia e relativo viaggio di ritorno
    • Prova che siete iscritti a scuola, college o università nel vostro paese d’origine
    • Prova che avete una famiglia nel vostro paese d’origine
    • Prova che vi è legalmente permesso fare rientro nel vostro paese d’origine
    • Prova che possedete beni o proprietà nel vostro paese d’origine

    Nota: le specifiche per le foto richieste in rari casi per i visti d’affari australiani sono le stesse di quelle per le fototessere per documenti italiani. Solo se la foto del tuo documento è molto vecchia, sbiadita o non a fuoco, potresti avere difficoltà al momento dell’ingresso in Australia.

    IMPORTANTE: non è necessario predisporre tutta la documentazione potenzialmente necessaria per il visto, poiché questa viene richiesta solo in rari casi ed il nostro sistema di domanda di visto online consente di salvare e modificare il modulo di domanda quante volte e per tutto il tempo che si desidera.

    Nel caso in cui sia richiesto un documento inaspettato, avrete quindi la possibilità di salvare il modulo e completarlo in un secondo momento.



    Costo del visto Business per l’Australia

    Le spese per il visto Business Visa possono variare a seconda del tipo di visto di cui avete bisogno.

    Il visto standard Australian eVisitor Business Visa non comporta spese di bollo, e ha un costo totale di 59 Euro.

    Altri tipi di visti d’affari, solo raramente necessari, hanno costi maggiori:

    • Il Business Visitor Stream, sottoclasse 600, ha un costo di 145 AUD per richiedente.
    • Il visto Frequent Traveler Stream, sottoclasse 600, ha un prezzo base di 1.065 AUD per richiedente.

    Nel caso del visto d’affari eVisitor, richiedere e pagare il visto online rende il processo facile e veloce, e spesso si può avere una risposta lo stesso giorno della richiesta.



    Altri tipi di visto d’affari non elettronici (non Business e-Visa, e-Visitor o ETA)

    Gli imprenditori italiani e i viaggiatori d’affari in generale hanno a disposizione anche opzioni alternative al visto eVisitor, pensate soprattutto per gli imprenditori che vogliono recarsi in Australia.

    Se un visto d’affari business e-visa / eVisitor non è la scelta giusta per voi o se avete intenzione di lavorare durante il vostro soggiorno in Australia, potreste avere diritto a un visto Business Skills, che è valido per 4 anni e offre un percorso verso la residenza permanente.

    Ci sono in questo caso quattro possibilità di visto:

    • Il visto da imprenditore per coloro che possiedono in toto o parzialmente un’impresa.
    • Il Business Visa Investment, per gli investitori che intendono investire in aziende australiane.
    • Il Business Talent Visa, per coloro che sono sponsorizzati da un governo statale o territoriale australiano (che richiede una lettera d’invito).
    • Il Business Immigration Visa, che offre la residenza permanente grazie a competenze commerciali e può essere utilizzato per avviare un’attività in Australia.

    Si noti tuttavia che per avere diritto a un visto da imprenditore, è necessario:

    • Essere al di sotto dei 55 anni
    • Avere conseguito un punteggio di almeno 65 punti nel test IELTS
    • Avere una partecipazione in un’impresa consolidata con un fatturato di almeno 500.000 AUD in due dei quattro anni precedenti.
    • Godere di un “track record” di successo – ad esempio privo di fallimenti
    • Essere genuinamente interessati ad assumere e mantenere un ruolo manageriale in Australia

    A differenza dei visto Business e-visas come i visti eVisitor o ETA, ottenere un visto australiano per affari a lungo termine non è un processo automatizzato, e richiede un contatto diretto con il Consolato Australiano.

    Se siete interessati ad un visto come analista commerciale, esperti di sviluppo commerciale o altro tipo di imprenditore o investitore, raccomandiamo quindi di discutere le vostre opzioni di viaggio e di migrazione con un incaricato del dipartimento di immigrazione australiano.

    Dovrete quindi presentare domanda autografa su carta e fornire tutti i documenti e le prove documentali necessarie, nonché presentare con chiarezza ed in maniera esaustiva le vostre esigenze all’addetto ai visti.

    Spesso è inoltre necessario presentare allo Stato una proposta di business plan.

    La migrazione verso l’Australia a lungo termine con un visto d’affari certo suona complessa, ma la buona notizia è che tali procedure non si applicheranno necessariamente anche al vostro coniuge. Se si dispone di un visto d’affari a lungo termine, infatti, il coniuge potrà infatti tipicamente accettare un’occupazione “standard” in Australia secondo i propri desiderata.

    Il costo di un visto d’affari a lungo termine può variare a seconda che si tratti di avviare un’attività in Australia, di investire o di avere un visto provvisorio o permanente. Tipicamente, varia da 2.450 AUD a 4.045 AUD.

    Anche alla luce di questo costo elevato, raccomandiamo quando possibile di preferire il visto online eVisitor Business visa: